martedì 22 novembre 2016

Sogases vees on hea kalu püüda.

Sogases vees on hea kalu püüda, in Estone, significa che si pesca bene nell'acqua torbida. Questo modo di dire si riferisce alle situazioni nelle quali, approfittando di condizioni ambientali caotiche o di momenti della vita particolarmente difficili, alcune persone riescono a raggiungere i propri loschi scopi.
Nel vivo delle catastrofi, tali persone non sono solo gli sciacalli che si aggirano tra le macerie, ma anche sono quelle che prontamente si organizzano a chiedere soldi per presunti aiuti a chi è rimasto danneggiato nelle medesime catastrofi.
Nelle fasi successive, tali persone sono i politici che promettono sapendo già di non poter mantenere ed i preti che invitano alla rassegnazione e all'umiltà. I primi avranno l'occasione per inventare nuove tasse ed i secondi celebreranno funerali, preghiere pubbliche e messe, durante le quali ad un certo punto c'è sempre qualcuno che passa tra la gente accorsa per chiedere ulteriori soldi.